fbpx

Benessere

Un dentista mi ha migliorato la vita

Intervista con Anita Paluan

La storia di Anita

Ho avuto un incidente bruttissimo quando avevo 25 anni… che ha sconvolto la mia vita e coinvolto tutto il corpo, viso e bocca compresi, sono una superstite. La mia vita è stata di accettazioni perché la vita non aspetta che io mi accetti, mi devo io accettare e attaccare alla vita. Ho dovuto farci i conti. Pensavo fosse impossibile rifare i denti, perché la mia bocca era veramente malridotta, avevo problemi grandissimi che mi causavano grandi sofferenze. Poi ho conosciuto una persona che aveva già fatto un lavoro importante presso lo Studio Motta a Biella e ho avuto fiducia. Ho incontrato questo ragazzo qua, giovanotto (Alessandro): mi ha ispirato subito fiducia, a pelle. Io ero andata da un altro chirurgo, ma era troppo vecchio per me… simpatico, gentile, ma ho capito che non andava bene. Quando invece ho visto questo ragazzone qua, che mi ha detto “Guardi, se Lei ha fiducia in me…” Sì, ho fiducia e così siamo partiti con il grande lavoro di ricostruzione e non ho mai sofferto, mai… e guarda che sono sensibilissima! Proprio il giorno dell’intervento io avrei voluto venire in bicicletta ma il Dottor Motta mi ha detto che, dato che avrebbero dovuto farmi un’anestesia importante, sarebbe stato meglio farmi accompagnare da qualcuno, allora sono venuta con un’amica. Dopo l’intervento, una volta a casa mi sono messa nel letto, ho preso le medicine che dovevo prendere, sono stata lì, ho ascoltato il dolore, ho fatto tutta la notte così. Il giorno dopo non ho neanche avuto bisogno di prendere antidolorifici, non ho sentito male, credimi. Una cosa fantastica, un risultato insperato e senza patire il male.

Te lo aspettavi?
No.. perché io ho paura dei dentisti. Ho sempre avuto paura dei dentisti. Non ho paura di niente e ho paura dei denti perché mi hanno fatto un po’ soffrire. Con il Dott. Alessandro è stato da subito tutto diverso: una buona relazione e ottime soluzioni.

Quanto tempo ci avete lavorato insieme?
Sarà un paio di anni che siamo qua…

Sei contenta adesso della tua bocca?
Sì, sono molto contenta, molto! Mangio tutto, anche troppo. Non potevo trovare di meglio. Je ne regrette pas

Anita Paluan – giugno 2018

Il punto di vista di Alessandro Motta, Medico Chirurgo Odontoiatra
Laureato in medicina e chirurgia, Laureato in odontoiatria e protesi dentaria, Master Università di Berna: Trattamento multidisciplinare dei pazienti ammalati di parodontite, Assistente dal 2000 al 2010 di chirurgia maxillo facciale, Specializzato in chirurgia ricostruttiva pre implantare, implanto-protesi e in riabilitazioni implanto-protesiche di casi complessi con tecnologia 3D

Ci sono situazioni che improvvisamente proiettano il clinico all’interno di una dimensione che va oltre il paziente, la cura del paziente, il desiderio e il piacere che il paziente accetti quello che il clinico propone…con Anita è stato così.

Sentivo di essere di fronte ad una persona che, non solo necessitava di riavere i propri denti, ma soprattutto voleva riappropriarsi della propria capacità di relazione con gli altri.

Nel conoscerla mi ha confidato il suo vissuto, per cui ho voluto pensare a come restituirle la possibilità di riutilizzare non solo la sua bocca, ma anche la sua fisionomia: per ridere, mangiare, parlare…in sintesi vivere e comunicare con gli altri.

Dal punto di vista clinico abbiamo dovuto studiare una riabilitazione dentale non invasiva e direi assolutamente individuale, per certi versi unica.

Ci siamo riusciti, la soluzione pensata e realizzata con l’aiuto dell’odontotecnico è stata di semplice esecuzione chirurgica ma di altissima difficoltà costruttiva.
La difficoltà costruttiva resta un problema riservato a clinici odontotecnici, si sviluppa fuori dalla bocca e dalla sfera del paziente, si ragiona e si crea sui computer e banchi da laboratorio; in questi casi – unici e non replicabili – è solo il desiderio e la volontà di realizzare una soluzione ideale che muove gli operatori, i costi e tempi in questa dimensione non contano e non possono essere fatti ricadere sul paziente.

Ringrazio pubblicamente Anita, per la fiducia che ci ha accordato.
Insieme si possono davvero raggiungere risultati che possono migliorare la qualità della vita!

2018-11-02T18:18:53+01:00

Post consigliati

Denti con o senza giudizio.

I denti del giudizio sono gli ultimi denti ad erompere all’interno del cavo [...]

Novembre 13 2019 |
0 Commenti
Aiuta gli altri ad arrivare in vetta.

“Se non possiamo arrivare in vetta, possiamo aiutare qualcun altro a noi vicino [...]

Ottobre 24 2019 |
0 Commenti
Il Microscopio Odontoiatrico

Wow! Quando inizi a lavorare in microscopia, la sensazione che hai immediatamente è [...]

Luglio 29 2019 |
0 Commenti